Altre criptovalute oltre Bitcoin

Oggi vorremmo parlare di altre criptovalute oltre a Bitcoin

Altre criptovalute

bitcoinPer parlare di altre criptovalute oltre Bitcoin cominciamo con Ether che, alla fine dello scorso 2017 aveva fatto registrare un salto di oltre il 50% in soli due giorni. Tale balzo è stato attribuito a un effetto annuncio: quello di un consorzio di banche che vogliono usare Etheureum per gestire dati e transazioni. Cos’è Etheureum? Semplice. Si tratta della blockchain di Ether. E’ bastato quell’annuncio per far salire Ether ad un valore di oltre 65 miliardi. Certo valori ancora lontani da quelli di Bitcoin ma che indicano un notevole movimento. E anche un innegabile interesse delle banche, le stesse che avrebbero dovuto essere scalzate dalla criptovaluta. E questo è qualcosa da tenere in considerazione, visto che tra le banche coinvolte nel consorzio ci sono colossi come Unicredit e Credit Suisse.

Litecoin

L’annuncio di future su bitcoin ha messo le ali anche a Litecoin che, per capitalizzazione, è la quinta criptovaluta. Nei giorni dell’annuncio Litecoin è salita del doppio arrivando ad un valore di 15 miliardi. Ma su questa criptovaluta è stato lo stesso suo creatore a cercare di calmare gli animi sostenendo come essa sia qualcosa di molto rischioso, adatto solo a chi può permettersi eventuali grosse oscillazioni al ribasso.

Il boom di Ripple

Questa è la criptovaluta che negli ultimi istanti del 2017 ha vissuto un vero e proprio boom, segnando un balzo di quasi il 70%. Tale criptovaluta è da molti considerata la vera erede di Bitcoin per un semplice motivo: è usata per trasmettere denaro a livello mondiale. Tanto che la sua Blockchai, la famosa RippleNet è usata già da un centinaio di banche.

Una cosa è certa. Tutte queste criptovalute hanno vissuto veri momenti di crescita proprio grazie a qualcosa che, all’inizio, doveva essere visto come un pericolo: l’attenzione delle autorità di controllo. Invece è stata proprio la regolamentazione e la legittimazione sui mercati ad aver fatto vivere veri e propri boom ad alcune criptomonete. Basti pensare al lancio, avvenuto a metà dicembre, dei primi future sul Cme e sul Cboe di Chicago

Lascia un commento