È l’Europa il leader degli investimenti immobiliari

Un mercato che ha subito molti scossoni dove non vere e proprie tempeste. E l'Europa resta il leader degli investimenti immobiliari

I numeri
Secondo una ricerca di Cbre Group, riportata dalla testata Banca&Mercati, emerge come sia sempre più l’Europa il leader degli investimenti immobiliari. Ciò che risulta dal 2015 European Real Estate Investor Intention è che il 25% degli intervistati considera l’Europa la location e il target preferito. Tra i motivi di quella che, oltre ad essere fotografia di uno stato attuale è anche prospettiva previsionale, il così detto “premio al rischio” che il vecchio continente offre a chi fa in Europa investimenti immobiliari. Tra i paesi europei la regina degli investimenti immobiliari, il mercato più amato è la Gran Bretagna con ben il 31% delle preferenze. A seguire Germania e Spagna.

Buone le cifre e le prospettive di crescita per i mercati francese e italiano. In Italia, forse per il 2015 trainati anche dall’EXPO, sono i dati di preferenza relativi a Milano che si rivela la città più interessante per gli investimenti immobiliari. Altre città che nel 2015 si riveleranno sempre più location interessanti da questo punto di vista sono Londra, Madrid, Parigi e Berlino.

Quali i settori di investimento
Tirano dunque gli investimenti immobiliari in Europa ed è interessante vedere, all’interno della macroarea immobiliare quali siano i settori specifici. Il 2015 vede in crescita quello degli uffici, poi quello della logisitica e a seguire quello dei centri commerciali. Il primo passa da un 39% di preferenze del 2014 a un bel 44% per il 2015.

Diversificare le strategie
È quello che stanno facendo gli investitori dell’immobiliare sempre più tesi a raggiungere rendimenti migliori. Da ciò deriva un crescente interesse per quelli che sono chiamati “asset class alternative” tra cui il debito immobiliare. Cosa significa? Spieghimaolo così: nello scorso anno gli investimenti in Europa nel debito immobiliare sono stati 49 miliardi aumentando di oltre 10 nell’arco di un solo biennio. Per quanto riguarda il nostro paese aumentano l’interesse degli investitori americani e, soprattutto, quelli ddell’Asia dell’est e del medio oriente.

Ma a parte il debito immobiliare c’è un settore che sta facendo registrare interessanti numeri di crescita: quello delle strutture sanitarie. E questo per la evidente tendenza demografica all’invecchiamento presente nel nostro paese.

Lascia un commento