Finanza al femminile

Cosa si intende per finanza al femminile? Quali differenze comportamentali influisco sulle scelte di investimenti?

risparmiare

Trappole mentali

Ci sono studi che confermano come la finanza al femminile abbia aspetti diversi rispetto a quella al maschile. Si tratta di alcuni risultati emersi da studi che rientrano nella branca chiamata economia comportamentale. Secondo molti per avere consigli su quali investimenti fare sarebbe meglio rivolgersi a d una donna. Uno degli aspetti principali della finanza al femminile sarebbe la minore propensione delle donne di cadere in quelle che vengono chiamate trappole comportamentali. Trappole che, in vari modi, influenzano le scelte sottese ad un investimento.
Anche se può sembrare paradossale sarebbe proprio la maggiore emotività a proteggere le donne da queste trappole. Sì perché l’emotività produce prudenza e quindi minori probabilità di commettere alcuni errori cognitivi.

Ricerca specifica

La specificità emotiva della finanza al femminile è emersa grazie ad una ricerca basata sulla somministrazione di ben 2000 questionari. Da questi è emerso che gli investitori uomini pagherebbero cara proprio la loro maggiore sicurezza. Il loro handicap è proprio quella che viene definita overconfidence che li porta a sopravvalutare la possibilità di controllare le cose. Atteggiamento che induce a sottovalutare i rischi. E, se è vero che tutta la finanza è un rischio, l’eccessiva fiducia in sé conduce a movimentare gli investimenti, spesso, in maniera poco in linea con le effettive conoscenze e capacità finanziarie.

Troppo ottimismo

Gli studi sulla finanza al femminile mettono in luce come, negli investimenti, aspetti che potrebbero essere normalmente considerati positivi, in finanza sono potenziali rischi. Tra questi la tendenza, tra gli uomini, ad essere eccessivamente ottimisti e più propensi a basarsi su esperienze passate. In parole semplici la finanza al femminie sarebbe meno propensa a fare proprio il motto “squadra che vince non si cambia”. Un po’ di sano e pragmatico ottimismo porta le investitrici donne a fare proiezioni spesso più rispondenti al vero.

Atteggiamento verso la perdita

Un altro aspetto per cui la finanza al femminile si differenzia da quella maschile è quello legato alla perdita. Se cognitivamente sono più forti la loro emotività si fa preponderante rispetto alle eventuali perdite. In casi del genere le donne patiscono per la perdita molto più di quanto gioiscano per i guadagni.

Ovviamente questi studi stanno acquisendo notevole interesse non solo per gli investitori ma anche, e soprattutto, per gli impatti professionali del settore finanziario. Stanno infatti cambiando alcune tendenze di molte società finanziarie in cui le figure professionali femminili stanno aumentando di molto.

Lascia un commento