Investire in Bot e Cct

Diamo qualche informazione su cosa significa investire in Bot e Cct, quali vantaggi e quali caratteristiche hanno

botCosa sono
Intanto cerchiamo di capire cosa sono Bot e Cct. Partiamo dai Bot che sono, come dice il nome, i Buoni Ordinari del Tesoro. Si tratta di titoli a scadenza breve, che può essere di 3, 6 o 12 mesi. Il loro collocamento avviene, di solito, verso la metà del mese per i Bot con scadenza annuale e a fine mese per i Bot che hanno una scadenza semestrale. Quelli che hanno una scadenza a tre mesi, vengono solitamente emessi in occasioni non programmabili e seconda delle esigenze di liquidità dello Stato. I Cct sono invece Certificati di credito del tesoro e vengono emessi con un’asta di durata settennale. Questi titoli, sempre di Stato, hanno un tasso variabile. Gli interessi maturano ogni sei mesi e vengono rimborsati posticipatamente. Trattandosi di Titoli di Stato il loro acquisto può avvenire all’asta o sul mercato secondario una volta che sono stati emessi.

Rendimenti
Quali possono essere i rendimenti se si decide di investire in Bot e Cct? I rendimenti sono diversi a seconda che si investa in Bot o Cct. Se si investe in Bot i rendimenti sono legati al rimborso per il valore nominale. Sono titoli che non prevedono cedole quindi il guadagno è dato dalla differnza di emissione. I Bot prevedono alcune commissioni fisse che possono andare dallo 0,05% per quelli di durata uguale o minore agli 80 giorni allo 0,30% per quelli di durata residua maggiore ai 330 giorni.

Nel caso di un investimento in Cct il rendimento è legato al rimborso alla scadenza. Cosa significa? In sostanza il guadagno è dato dalla differenza fra il valore finale di rimborso e il valore di acquisto più gli interessi delle cedole.

Investire in Bot e Cct: sì o no
Investire in Bot e Cct, come per tutte le altre forme di investimento, può avere vantaggi e svantaggi. Nel caso dei Bot i vantaggi sono dati dal fatto che sono a rischio piuttosto basso, breve durata e sostanziale facilità di calcolare il loro rendimento. Sono prodotti che, sostanzialmente, non danno molte sorprese. I Cct hanno un basso rischio come i Bot e danno una generalmente buona possibilità di liquidità. per quanto riguarda i possibili svantaggi si può dire che, nel caso dei Bot essi sono prevalentemente legati al loro rendimento; nel caso dei Cct è che essi hanno maggiori legami con il fattore rischio monetario.

Sostanzialmente i Titoli di Stato sono come delle obbligazioni che invece che essere emesse da un privato sono emesse dallo stato. In pratica si distinguono l’uno dall’altro in base a come vengono rimborsati gli interessi che lo Stato deve restituire quando scadono. Il loro ruolo è quello di finanziare il fabbisogno statale e vengono considerati sicuri e, per questo motivo, con rendimenti inferiori a quelli delle obbligazioni emesse da privati.

Tags:

Lascia un commento